the bling ring

Imbarazzante.
E’ l’unico aggettivo che mi viene in mente per descrivere “Bling Ring”, ultima fatica della figlia d’arte Sofia Coppola.

 

Immagine

Sarò una voce fuori dal coro? Può darsi. Ma mi pare un film indefindibile.
Il vuoto pneumatico delle esistenze dei giovani bruciati protagonisti forse è talmente ben congegnato da trasferirsi quasi per osmosi a tutto il film, con il risultato che la regista ha di fatto confezionato 90 minuti di coloratissima roboante “noia” impacchettata in una carta di lusso.
Magari l’effetto era voluto, ma il risultato è più o meno quello che si otterrebbe a offrire a un bambino in regalo un pigiama dentro la scatola di un giocattolo ambitissimo. Delusione. E astio. Per gli euro del biglietto e la solita ora e mezza di vita praticamente buttati nel cesso.
La trama è adorabilmente inconsistente, qui il link che vi permetterà di leggerla, io non sarei di parte e cerco già di dimenticare quanto visto.
Un consiglio: se avete un’ora è mezza della vostra vita senza far nulla, continuate a farlo senza andare al cinema.

Leo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...