Il venditore di sigari, al teatro Litta

Berlino 1947, ore 06:30, due uomini si incontrano ogni mattina, un venditore di sigari e un ebreo ormai libero di andar via e poter sognare in posti lontani la ricostruzione di un popolo:

Il venditore di sigari

Immagine

Ma chi è il vero sconfitto? chi sono i vincitori? Tra dialoghi taglienti e sottili, si respira ancora l’aria di tragedia, per fortuna passata, ma i due si rinfacciano colpe l’un l’altro, rendendosi conto che in fondo sono soli. E tra un sigaro e un disco di Bach, si scopre la verità su uno dei due, che ha mentito per salvare se stesso e un amico.
Piccole storie che hanno reso un periodo storico importante e intenso, non solo per le migliaia di stragi, ma per la strage interiore che ogni singolo tedesco e ogni singolo ebreo hanno dovuto sopportare per il resto della loro esistenza.

massimiliano vermi

“Un grande classico del Teatro Litta che continuiamo a riproporre per il continuo apprezzamento del nostro pubblico!”

dal 24 gennaio al 9 febbraio
produzione: LITTA produzioni – IL VENDITORE DI SIGARI – di: Amos Kamil – traduzione: FlaviaTolnay con la collaborazione di Alberto Oliva – regia: Alberto Oliva – con: Gaetano Callegaro e Francesco Paolo Cosenza – scene e costumi: Francesca Pedrotti – realizzazione scene: Ahmad Shalabi – disegno luci: Fulvio Melli – datore luci: Marco Meola – direttore di produzione: Antonella Ferrari – assistente alla regia: Francesca Prete

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...