Bagnati – al teatro Libero

Ieri la prima nazionale di “BAGNATI” Piss and Love è andata in scena al teatro Libero di Milano. Dopo lunghe attese, finalmente si alza il sipario sui protagonisti, anzi no, non si alza proprio, rimane una tela dura e trasparente che si frappone tra lo spettatore e l’attore per tutto l’inizio della scena, fino a che non si entra in empatia coi protagonisti, solo dopo il velo si toglie.
Una famiglia normale. Un padre, una madre e un figlio; una domestica e il proprio figlio. Problemi d’affari per il padre, di cuore per il figlio, il tutto circondato dalla presenza stupida di una madre incapace di vedere al di la del suo naso, dedita alle feste e lo shopping. Ma questa tranquillità apparente viene messa in discussione a un party quando, a causa di una relazione particolare tra i due figli, il padre li scopre in bagno a praticare qualcosa per lui perversa, tanto da scioccarlo e parlarne subito con la moglie.
Ebbene, tutto quello che era certo, tutte le sicurezze, il futuro sicuro vengono a mancare creando scompensi nei due genitori, che non sanno come affrontare la situazione, ma che cercano di trovare nuovi equilibri per rimettere tutto a posto: la paura di non concludere l’affare, la paura di essere giudicati dagli amici, la paura di non vivere più nell’agiatezza della loro casa e soprattutto la loro piscina, centro della scena. Ma non è così semplice, perché scoperto il vaso di Pandora è ormai difficile rinchiuderci dentro i mostri, bisogna iniziare a conviverci e convincersi che non tutto può sembrare così sbagliato come sembra. Ma non è d’accordo il padre, protagonista di questa commedia, che con mezze parole e gesti mancati, pian piano svela la su indole di uomo conquistatore e padrone, prima con la moglie poi con il figlio, non si fa nulla per nulla, se si combatte, meglio stare dalla parte di chi comanda.
Una commedia con un finale reale che ci lascia l’amaro in bocca, ma soddisfatti, dai toni seri che ci fa sorridere e pensare. Ciò che per noi alcune cose erano ribellione oggi son cose normali ed è così che iniziano nuove forme di ribellione che fra qualche anno diventeranno normali.
Il duo Rossi – Renga colpisce e non affonda, anzi si conferma nuovamente per questo spettacolo vincitore dell’apprezzamento del pubblico e spera (con molte probabilità) di ottenere un posto tra i migliori spettacoli teatrali andati in scena nel 2015.

DAL 3 AL 15 GIUGNO 2015

di Tobia Rossi
regia Manuel Renga
con Alex Cendron, Paola Giacometti, Federico Lotteri, Giulia Merelli, Claudia Negrin, Daniele Pennati
scene Stefano Zullo – costumi Nicole Leonardi – luci e video Aurelio Colombo – tecnica Alessandro Tinelli – coreografie Alessandra Costa – assistente alla regia Nicoletta Ceaglio
produzione Teatro Libero Liberi Teatri

MaxVermi

guida per giovani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...