Otello al teatro Litta

Otello di William Shakespeare in scena al Teatro Litta, prezioso gioiello incastonato nella cornice di un palazzo settecentesco dalla sala molto suggestiva, che riserva sempre sorprese ed un cartellone di degno rispetto a spettatori di nicchia.
otello

Questo spettacolo, già conosciuto dal pubblico non è certo da meno.  La messa in scena è, infatti, uno dei cavalli di battaglia della Compagnia del Teatro Libero,  con la regia di Corrado d’Elia – con Alessandro Castellucci, Chiara Salvucci, Gianni Quilico, Giulia Bacchetta, Marco Brambilla, Giovanni Carretti, Anna Mazza, Marco Rodio e Corrado d’Elia.
Otello, nobile moro, dopo aver sposato Desdemona ed esser stato accusato dal padre di lei Brabanzio di aver stregato la figlia è roso dal dubbio e dalla gelosia. L’alfiere Iago, invidioso dello straniero che ha conquistato una donna di un rango superiore al suo, affabulatore, joker ambiguo, è impersonato da Corrado d’Elia che è allo stesso tempo regista e protagonista assoluto di questa tragedia e rapisce totalmente l’attenzione del pubblico, offuscando un po’ gli altri personaggi. Iago odia Otello tanto da instillare  nel suo animo il dubbio ed il sospetto che la sua sposa lo tradisca con Cassio,  facendo trovare un fazzoletto di Desdemona, prezioso dono di Otello, nelle mani di Cassio. Otello accecato dalla gelosia ucciderà Desdemona.
Un fatto di cronaca nera che potrebbe accadere nei nostri giorni, reso moderno come una fiction noir da prima serata. Il dramma della gelosia che la compagnia di Corrado d’Elia rende incalzante e mai noiosa, in un atmosfera spoglia e cupa dominata dal buio e dalla scenografia nuda e basic dove primeggia una nicchia-confessionale e due specchi d’acqua, specchi dell’anima e anche tombe per le morti di Rodrigo e Desdemona, ma che rappresentano anche il binomio di “Eros e Thanatos” amore e morte, tanto caro alle tragedie di Shakespeare.
Assolutamente uno spettacolo da non perdere e da godere tutto d’un fiato questo Otello dai costumi di Matrix, che rievoca immagini pittoriche sacre e che presenta con semplicità l’intenso dramma shakespieriano, reso fruibile ed attuale anche per un pubblico giovane che non ha studiato la tragedia sui banchi di scuola.

Angy

otello-locandina
dalla rassegna stampa:
Otello
Una non-scenografia, semplice ed essenziale: nera come l’inferno con una nicchia centrale sul fondo per incorniciare visioni e due tombe d’acqua in primo piano: più che il mare delle città in cui si svolge la tragedia evocano vischiose trappole dell’anima, magiche polle sorgive cui attingere la forza per realizzare le trame di Iago. Unico elemento di scena un trono mobile affilato come una lama ed emblema di potere. Otello, vittima sacrificale e carnefice assassino, è divorato dal dubbio e dall’ansia della possibilità totale, che corrode e offusca ogni certezza d’amore: tutto può essere una cosa e anche l’opposto. Sulla linea di confine tra ombra e luce, è labile il confine tra bene e male, tra “onesto” e “disonesto” e si consuma e si vanifica parallelamente il trionfo dell’amore e quello dell’odio. Intorno a tutto questo abbiamo costruito i silenzi, le attese e le tensioni. Uno spettacolo visionario, carnale, ma asciutto e diretto che restituisce al testo di Shakespeare originalità e ritmo, poesia e colore alla continua ricerca di un teatro di “misura”.

otello-teatroLitta

Teatro Litta | Repliche: da martedì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:00 – lunedì riposo | Durata: 90′
dal 3 al 15 novembre produzione: Compagnia Teatro Libero
Di William Shakespeare – regia e adattamento Corrado d’Elia – con Corrado d’Elia, Alessandro Castellucci, Chiara Salvucci, Gianni Quillico, Giulia Bacchetta, Marco Brambilla, Anna Mazza, Giovanni Carretti, Marco Rodio – scene Fabrizio Palla – tecnico luci Marcello Santeramo – foto di scena Angelo Redaelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...