L’ho fatto per il mio paese – Teatro Menotti

logo teatro menotti

“L’ho fatto per il mio paese” richiama alla mente la frase che a volte diciamo alla persona che amiamo: “l’ho fatto per te”. Se ci pensiamo bene, quando diciamo ad una persona “l’ho fatto per te” in realtà lo abbiamo fatto per noi stessi, in quanto bisognosi dell’affetto e dell’amore della persona con cui ci stiamo rapportando.
Così un povero infermiere, trovandosi in una grave situazione finanziaria, senza lavoro e senza pensione, decide di rapire la ministra che ha fatto approvare la legge incriminata di averlo condotto nella sua situazione, pensando di fare il difensore degli italiani e in particolar modo di quei malcapitati come lui.
La ministra rapita, che è una ricca borghese, anche lei pensa di essere entrata in politica per fare il bene degli italiani e in lei è facilmente riconoscibile una famosa ministra che ha pianto in televisione per far credere a noi che il suo provvedimento era necessario e che richiedeva sacrifici.
I due alla fine comprendono tutta la loro ingenuità e inutilità di quello che hanno fatto ma almeno si aiutano reciprocamente a capire che la vita che stanno vivendo in realtà è ben differente da quello che loro speravano. Non mi spingo oltre per darvi la possibilità di scoprire da soli il finale, se avrete la curiosità di vedere lo spettacolo.
Antonio Cornacchione e Lucia Vasini ci regalano due ore di brillante commedia, con un crescendo di comicità e battute a raffica che non lasciano spazio neanche per un attimo alla noia.
E’ talmente tanta la bravura dei due attori che riescono a far passare un contrattempo accaduto in sala o sul palcoscenico per battute previste dal copione.
Oltre a tante risate non è escluso qualche attimo di drammaticità nel finale.

Zeta

Esilarante commedia dai toni comunque impegnati, interpretata con verve dal duo Cornacchione Vasini.
Il testo di Cornacchione, Freyrie e Zalone (quello di Crozza per intenderci) può sembrare scontato, invece è affrontato con leggerezza, ironia e fa riflettere su quanto sta accadendo nel nostro paese giorno dopo giorno, crisi, lavoro che manca, riforme mirate più ai numeri che al benessere del Paese e fatte molto spesso senza pensare troppo sulle ricadute sociali ed umane che provocheranno.
Un uomo ordinario, dalla vita normale, lavoratore e anche un po’ sfigato, dopo aver lavorato tutta la vita, alla soglia della pensione, si vede togliere il tanto agognato traguardo a causa di una riforma affrettata. Decide così di compiere il gesto estremo.
Due ore piene, serrate di battute, colpi di scena, risate e buon teatro.
Assolutamente da vedere per passare una serata spensierata, riflettendo però sulle sorti del nostro Paese e della nostre istituzioni e per i giovani affinché affrontino in maniera scherzosa delle tematiche serie che li riguardano comunque da vicino visto che andranno a cambiare il loro futuro. Mai noiosa né banale e assolutamente da consigliare anche con un ‘Me pias’ su Fesibuk come ha chiesto l’attore a fine serata.

Angy

al Teatro Menotti dal 5 al 14 maggio
Lucia Vasini e Antonio Cornacchione
in
L’HO FATTO PER IL MIO PAESE

Reduce da una tournée di successo, torna a Milano al Teatro Menotti dal 5 al 14 maggio L’ho fatto per il mio paese, di Francesco Freyrie e Andrea Zalone, scritto con Antonio Cornacchione, protagonista, insieme a Lucia Vasini, dello spettacolo. Immaginatevi un uomo candido e incasinato, capace di sogni sconfinati, che parlano di libertà uguaglianza e felicità per tutti. Un donchisciotte sempre comicamente in lotta con gli spigoli della vita, senza soldi, con la disdetta dell’affitto in una tasca e la lettera di fine rapporto di lavoro nell’altra, artefice di un gesto folle e disperato: rapisce il Ministro che ha deciso il provvedimento e lo nasconde in cantina.

BAGNACAVALLO: FOTO DI SCENA- L'HO FATTO PER IL MIO PAESE, VASINI .CORNACCHIONE
BAGNACAVALLO: FOTO DI SCENA- L’HO FATTO PER IL MIO PAESE, VASINI .CORNACCHIONE

Lo fa per sé, per la sua pensione, ma soprattutto lo fa per il suo paese.
Unite la tragicommedia di una donna Ministro, stimata docente universitaria, sposata con un finanziere ricchissimo, che vive in case raffinatissime secondo valori solidissimi e che è scesa in politica solo per fare un favore al suo paese… ma un po’ anche a sè stessa, nella speranza di colmare una solitudine assai più rara di tutte le specie rare che popolano la foresta pluviale del Borneo.
Immaginate ora l’urto di questi due mondi… e l’inferno terrestre che si scatena vi regalerà la commedia più appassionata, folle e contemporanea a cui abbiate mai assistito dai tempi dell’ultima crisi di Governo.

BAGNACAVALLO: FOTO DI SCENA- L'HO FATTO PER IL MIO PAESE, VASINI .CORNACCHIONE
BAGNACAVALLO: FOTO DI SCENA- L’HO FATTO PER IL MIO PAESE, VASINI .CORNACCHIONE

Francesco Freyrie

L’intera stagione del Teatro Menotti è dedicata ad un progetto di solidarietà a favore dell’Associazione Banco Alimentare della Lombardia “Danilo Fossati” Onlus, che effettua il recupero quotidiano delle eccedenze alimentari e la loro redistribuzione a strutture caritative convenzionate in favore delle persone bisognose della Lombardia.
Con L’ho fatto per il mio paese prosegue quindi il progetto “Protagonisti insieme a Banco Alimentare”; è la prima volta in Italia che un teatro organizza gesti di concreta solidarietà, invitando il proprio pubblico a donare cibo al Banco Alimentare per le famiglie più bisognose.
Chi porta al Teatro Menotti giovedì 5 maggio un prodotto alimentare a lunga conservazione avrà in cambio un biglietto di ingresso a soli 5 € per lo spettacolo (80% di sconto portando prodotti a lunga conservazione in quantità e/o qualità adeguata al progetto di solidarietà).

di Francesco Freyrie e Andrea Zalone
scritto con Antonio Cornacchione
regia Daniele Sala
scenografia Leonardo Scarpa
Produzione International Music and Arts
Distribuzione Parmaconcerti

Durata 90 minuti

TEATRO MENOTTI

Via Ciro Menotti 11, Milano
tel. 02 36592544
biglietteria@tieffeteatro.it

Orari di biglietteria
lunedì e mercoledì dalle 15.00 alle 18.00
martedì, giovedì, venerdì dalle 15.00 alle 19.00
sabato dalle 15.30 alle 19.00
domenica dalle 15.00 alle 17.00 solo per la vendita della replica pomeridiana

Acquisti online con carta di credito su http://www.teatromenotti.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...